Da diversi studi sullo sviluppo dell’identità di genere emerge che il processo di acquisizione dei ruoli ma anche degli stereotipi di genere socialmente condivisi è molto precoce.

A partire dalla scuola, i bambini iniziano a costruire dei legami con i compagni e gli insegnanti acquisendo delle informazioni sui ruoli di genere.

Questo avviene non solo osservando i comportamenti delle figure adulte di riferimento ma anche attraverso il gioco, la lettura e i mass media.

Daniele Angeloni General manager di Docendum® ci racconterà il suo lavoro e la sua esperienza come docente di corsi di coding, robotica e cittadinanza digitale nelle scuole primarie.

Tiziana Catarci, Direttrice Dipartimento di Ingegneria Informatica Automatica e Gestionale Antonio Ruberti (DIAG) dell’Università La Sapienza di Roma, ci mostrerà come il gender gap nelle materie STEM, sia dettato anche da una comunicazione che genera immagini errate, contribuendo alla definizione di stereotipi che scoraggiano la formazione scientifico-tecnologica, prima delle bambine e poi delle donne.

La Direttrice ci spiegherà inoltre, dove si collocano, nel settore dell’information technology, le studentesse dopo la laurea.

Un evento per discutere e riflettere insieme sulle variabili che determinano il gender gap nella formazione scientifico-tecnologica.

Per partecipare: iscriviti ➡ https://www.eventbrite.it/e/biglietti-il-gender-gap-nella-formazione-scientifico-tecnologica-146714269329?aff=affiliate1